Avventura Viterbese terminata!

Siamo subentrati da terzo staff a Viterbo (dopo quelli di Valerio Bertotto e Federico Nofri Onofri) il 15 novembre 2017, conseguendo un bel bottino di punti e una qualificazione alla finale di Coppa Italia di categoria (contro l’Alessandria), il rapporto si è rotto il giorno 25 marzo 2018.

Gruppo squadra meraviglioso, ragazzi d’oro uniti da uno spirito di abnegazione raro, viste le difficoltà logistico-organizzative e strutturali alla quali si è dovuti sopperire.

Di mio, la fortuna di collaborare con un Allenatore che non è solo tale ma ha sopperito a molte carenze caduteci sulla gobba sin dal primo giorno, svolgendo in molti casi anche mansioni che non gli competevano.

Molto si è imparato durante questa breve, intensa e sofferta parentesi; molto si è dato: 16/18 ore di lavoro al giorno, al campo (anche a 40 km di distanza a spese dei calciatori, se il nostro fosse stato impraticabile) e a video. Soprattutto nell’ultimo periodo con 3 partite da affrontare ogni 6/7 giorni con connessioni internet quasi inesistenti (chi lavora nello studio degli avversari, sa).

41 punti in 20 partite con finale  di Coppa Italia in saccoccia, 4° posto in classifica a due punti dal Pisa (che ha disputato una gara in più): è bastato perdere col Livorno (squadra già da serie B e con budget speso imparagonabile), per tornare casa.

Dovevamo fare sicuramente meglio.

Sono tornato al Lido di Venezia come Ulisse tornò alla sua Itaca…

Grazie per l’opportunità, Presidente!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *